Hanoi Pilot light metro line project - section Nhon-Hanoi railway station

Vietnam

Il progetto della Pilot Light Metro Line 3 di Hanoi fa parte del nuovo sistema di trasporti della capitale vietnamita. Il lotto su cui lavora Ghella, interamente finanziato dalla Asian Development Bank (ADB), è il più lungo e più importante tra i 9 lotti in cui è suddivisa l’intera linea metropolitana. La rete ferroviaria complessiva comprende 8 linee della metropolitana e sarà completata entro il 2050.

Situata nel nord del Vietnam, Hanoi sorge su un terreno alluvionale sul Fiume Rosso, a circa 130 chilometri dalla sua foce. È chiamata «la città dei laghi» per la presenza di numerosi specchi d’acqua. Nel corso del XX secolo ha avuto una crescita demografica vertiginosa, soprattutto dopo la fine della guerra tra Vietnam del Nord e Vietnam del Sud, avvenuta nel 1975. L’esplosione demografica ha comportato un massivo processo di urbanizzazione e industrializzazione: oggi Hanoi è una metropoli con oltre 8 milioni di abitanti, la cui età media è di 27 anni, a cui si sommano pendolari che usano moto, autobus, taxi e biciclette. Il progetto della metropolitana fa parte del piano generale del Ministero dei Trasporti del Vietnam, che mira a ridurre l’uso dei trasporti privati e a migliorare l’ambiente urbano. Al termine, il percorso fornirà il trasporto a 200.000 passeggeri al giorno.

La Pilot Light Metro Line 3 è la prima linea della capitale del Vietnam scavata in sotterraneo, e si estende per 12,5 chilometri da Nhon, nel quartiere Tay Tuu, costeggiando Kim Ma Street, nel distretto occidentale di Nam Tu Liem, fino alla Hanoi Station, in una delle aree più popolose della città. Percorre 8,5 chilometri su binari sopraelevati e 4 chilometri sotterranei, e include la costruzione di quattro stazioni della metropolitana: Kim Ma Station, Cat Linh Station, Van Mieuh Station, Hanoi Station. Lo scavo delle stazioni è già stato concluso ed è propedeutico all’avvio dello scavo meccanizzato, che partirà all’inizio del 2021.

La commessa prevede lo scavo di due tunnel gemelli, ciascuno di 2,6 chilometri, che verranno realizzati utilizzando due Tunnel Boring Machine (TBM), macchine in grado di scavare gallerie in modo meccanizzato e in totale sicurezza. Le TBM, comunemente chiamate «talpe», scavano la roccia con una testa fresante rotante dotata di dischi taglianti, rimuovono il materiale di scavo e mettono in sicurezza il cavo appena realizzato con la posa di conci prefabbricati. Per poter scavare in un’area altamente urbanizzata è stato scelto di utilizzare delle TBM Earth Pressure Balance (EPB), un modello studiato per evitare cedimenti della superficie soprastante. Le talpe che lavoreranno sotto Hanoi avranno un diametro di 6,60 metri.

La Linea 3 della Hanoi Metro, nota anche come Văn Mieu Line (Linea del Tempio della Letteratura), sarà la linea più utilizzata nella rete metropolitana della città. Il progetto fa parte di un programma di sviluppo integrato per il trasporto ad Hanoi che fornirà un sistema di trasporto urbano sicuro, efficiente e pulito. Nel complesso, si prevedono rilevanti benefìci ambientali, tra cui una migliore qualità dell’aria, una riduzione delle emissioni di gas a effetto serra e un miglioramento della salute e della sicurezza della comunità.

Sul progetto lavora uno staff di oltre 400 persone tra operai e tecnici, costituito per la maggior parte da personale locale, che beneficerà di un importante transfer culturale: una delle grandi peculiarità di Ghella è proprio quella di lasciare competenza ingegneristica e tecnica a garanzia dei più elevati standard internazionali.